Miglior impastatrice- Guida per l’acquisto

Come scegliere i migliori prodotti per impastare

Le impastatrici sono elettrodomestici sempre più utilizzati in cucina, dove è possibile preparare in poco tempo e senza troppa fatica pane, pizza, dolci e pasta fatta in casa.

[toc]

Acquisto di un’impastatrice: cosa considerare?

Prima di acquistare un’impastatrice bisogna considerare innanzitutto la tipologia: planetaria, a spirale e a bracci tuffanti. Ognuno di questi modelli ha una sua particolarità che analizzeremo nei seguenti paragrafi. Altri elementi fondamentali in fase di scelta sono la potenza e la capienza.

Quale tipologia di impastatrice scegliere?

Al momento dell’acquisto di un’impastatrice bisogna innanzitutto scegliere la tipologia.

L’impastatrice planetaria è una delle più gettonate per un utilizzo casalingo poiché occupa poco spazio e risulta molto funzionale. La frusta ha un movimento planetario, come quello dei pianeti, infatti gira su se stessa ed intorno all’asse verticale della macchina.

La planetaria è quindi la scelta ideale per chi deve preparare varie tipologie di impasti in quantità piuttosto limitata e deve ottimizzare lo spazio in cucina.

Gli svantaggi principali di questo elettrodomestico sono da ricercare nella limitata capacità di impasto, nell’ossigenazione scarsa per gli impasti lievitati e nella difficoltà di preparare impasti a lunghe lavorazioni.

L’impastatrice a spirale è diffusa tra i professionisti e tra chi ama cimentarsi nella panificazione e nella preparazione di pizze. Il movimento meccanico di una spirale in combinazione con la rotazione della vasca imprime una forte energia all’impasto, arrivando ad impastare da 5 fino a 10 kg.

La spirale tende però a scaldare notevolmente l’impasto, quindi gli ingredienti (soprattutto i liquidi) devono essere usati alle temperature corrette per evitare  problemi di surriscaldamento. Il peso dell’impastatrice a spirale è piuttosto importante, quindi la macchina dovrebbe essere fissa.

L’impastatrice a bracci tuffanti è ideale per preparare impasti lievitati che hanno bisogno di lunghe lavorazioni o per il rinfresco del lievito madre. L’impasto è garantito dal movimento di 2 bracci in acciaio che si muovono dal basso verso l’alto, mentre la vasca ruota in senso antiorario.

I modelli attuali hanno generalmente 2 velocità comprese in un range tra 38 e 52 battute al minuto, ideali per preparare pane e pizza. I modelli più avanzati arrivano fino a 65 battute al minuto e consentono di preparare impasti più complessi come i panettoni. Queste impastatrici sono però molto ingombranti e piuttosto costose.

Potenza

Quando si acquista un’impastatrice bisogna scegliere la potenza adatta in base alle lavorazioni ed agli impasti previsti. La potenza incide non solo sulla tipologia di impasti, ma anche sul tempo di lavorazione.

La potenza del motore è espressa dal wattaggio, uno dei valori più importanti da valutare. Un wattaggio di 250 W è il valore minimo e può arrivare fino a 1200 W. Ovviamente per impasti duri e complessi è opportuno optare per un wattaggio piuttosto alto.

Altro elemento collegato alla potenza che incide sulle prestazioni è la presenza di diversi impostazioni di velocità, così da scegliere la lavorazione più indicata alle proprie necessità. Naturalmente una macchina con una sola velocità è poco versatile e non è in grado di adattarsi a più preparazioni.

Capienza

L’acquisto di un’impastatrice dipende dalla sua capienza e di conseguenza dalla sua capacità. L’elettrodomestico deve essere grande a sufficienza per poter lavorare gli ingredienti desiderati. Ad ogni modo è consigliabile scegliere un’impastatrice leggermente più capiente rispetto alle lavorazioni previste per non scaldare troppo gli impasti e non sovraccaricare troppo il motore.

Il peso dovrebbe attestarsi tra i 4 ed i 7 kg in quanto uno minore potrebbe determinare problemi di instabilità, mentre uno maggiore rischierebbe di essere troppo pesante e poco maneggevole a meno che la macchina non sia dotata di rotelle.

Le dimensioni devono essere tarate in base al piano di lavoro e quindi alla cucina, ma allo stesso tempo devono garantire una buona mobilità per preparare al meglio i propri impasti.

Per quanto riguarda la struttura bisogna scegliere un design e materiali facili da pulire. Se l’impastatrice resta fissa in cucina è consigliabile scegliere un modello dalle linee moderne, così da trasformarlo anche in un accessorio di design. Ci sono poi modelli dalle linee retrò per le cucine classiche e dal taglio vintage.

Consumi

Prima di acquistare un’impastatrice è bene sapere che l’energia utilizzata, quindi i consumi previsti, non è correlata necessariamente alla sua potenza. Il consumo è determinato principalmente dalla frequenza e dalla durata di utilizzo. Maggiore è il tempo di lavorazione e di conseguenza maggiore è il consumo di energia.

Chi intende fare un utilizzo prolungato dovrebbe quindi optare per modelli più costosi che però assicurano un risparmio energetico contenuto anche sulle lunghe lavorazioni. Chi invece fa dell’impastatrice un utilizzo più contenuto può optare anche per modelli poco costosi che hanno un consumo leggermente più alto ma che lavorano solo per piccoli impasti.

Gli accessori dell’impastatrice

Al momento dell’acquisto dell’impastatrice è importante verificare quali accessori sono presenti nel kit per ottimizzare e velocizzare i tempi di lavoro. Le impastatrici solitamente sono vendute con tre tipologie di fruste: a filo, a gancio e a foglia.

La frusta a filo incorpora molta aria nei composti ed è ideale per realizzare spume, montare o fare lavorazioni liquide con panna, latte e uova.

La frusta a gancio ha una forma uncinata e permette di staccare facilmente l’impasto dalla frusta. Il suo utilizzo è indicato per preparare pane, pizza e pasta.

Infine la frusta a foglia consente di lavorare i composti rendendoli omogenei e lisci, ideale per preparare torte o impasti con molto burro.

Altri accessori utili sono le spatole, i coperchi anti-schizzo ed eventuali ricettari per sbizzarrirsi in cucina e cimentarsi in nuove ricette.

Come scegliere la miglior impastatrice?

A questo punto abbiamo una panoramica completa che ci consente di scegliere la miglior impastatrice secondo le proprie necessità. Innanzitutto bisogna individuare la tipologia più adatta secondo le proprie necessità, in modo da non spendere troppo o al contrario troppo poco. I consumi dipendono non tanto dalla potenza, quanto piuttosto dai tempi di lavorazione e dalla tipologia di impasti. La presenza di molte velocità aiuta chi intende cimentarsi in diverse tipologie di impasti, mentre la capienza va selezionata in base allo spazio a disposizione ed alle lavorazioni previste. Infine è consigliabile consultare gli accessori in dotazione, soprattutto a parità di prezzo e di prestazioni.

 

G3 Ferrari - Pastasì Impastatore professionale G20056 con Ciotola in Acciaio inox

199,90
169,90  disponibile
1 nuovo da 169,90€
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • 1300W - 5,2 lt. capacità -
  • 8 velocità + pulse - dispositivo di sicurezza che impedisce l'uso involontario
  • contenitore in acciaio inossidabile con coperchio
  • piedini con ventosa per maggiore stabilità
  • Accessori inclusi: uncino impastatore e mescolatore in alluminio, frusta sbattitrice (o planetario) in acciaio inossidabile

Mec SK20MF Impastatrice

1.135,00  disponibile
1 nuovo da 1.135,00€
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • MEC

Impastatrice Reber Kg. 1,6 9200N

449,31  disponibile
1 nuovo da 449,31€
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • 100% Made in Italy

Aikeec Gancio impastatore a spirale per KitchenAid KV25G0X KV25G8X KV25H0X KP26M1X KP26M8X KL26M8X KB26G1X Accessori per impastatrice Alluminio

18,99  disponibile
2 nuovo da 18,99€
Spedizione gratuita
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • L'esclusivo design a spirale di questo gancio per impasto riproduce l'impasto manuale con una forza potente che impasta il 25 percento in più di impasto per pane di lievito rispetto ai nostri modelli precedenti.
  • Questo gancio per impasto a spirale rivestito mescola e impasta la pasta lievitata, risparmiando tempo e fatica nell'impastare a mano.
  • Materiale: alluminio
  • Montaggio: per KitchenAid KV25G0X, KV25G8X, KV25H0X, KP26M1X, KP26M8X, KL26M8X, KB26G1X
  • Il pacchetto include: 1 x gancio per impasto a spirale

Vertes 10L Impastatrice Planetaria professionale (Ciotola di miscelazione da 10 litri, Motore elettrico da 370 Watt, Numerosi accessori)

629,90  disponibile
1 nuovo da 629,90€
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • Grande ciotola amovibile in acciaio inox rimovibile
  • Agitatore con 3 livelli di velocità
  • Compresi tre strumenti da mixare
  • Funzionamento semplice e sicuro
  • Facile manutenzione e pulizia

Girmi IM30 Gastronomo Impastatore Professionale, 1300 W, Plastic, Bianco

139,99
119,00  disponibile
8 nuovo da 119,00€
Spedizione gratuita
Miglior prezzo
Amazon.it
al Maggio 30, 2020 9:55 pm

Caratteristiche

  • 8 velocità di funzionamento + pulse
  • Contenitore 5.2 litri in acciaio inossidabile con coperchio
  • Possibilità di lavorare impasti di max 2.4kg
  • Piedini con ventosa per maggiore stabilità
  • Dispositivo di sicurezza che impedisce uso involontario

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close