Miglior forno elettrico – Guida per l’acquisto

Cosa considerare nella scelta del forno elettrico?

Per scegliere il miglior forno secondo le proprie necessità bisogna tenere in considerazione: le dimensioni e la capacità, le modalità di cottura e la potenza massima garantita.

 

Dimensioni e capacità dei forni elettrici

Al momento dell’acquisto del forno elettrico è opportuno sapere che le dimensioni sono direttamente proporzionali alla capacità: più grande è il forno e maggiore è il cibo che si può cucinare. La scelta va fatta quindi in base allo spazio a disposizione in casa ed al numero di persone presenti in famiglia per le quali bisogna cucinare.
Le famiglie da 4 persone o più possono orientarsi verso i modelli dai 24 litri in su. I single, le coppie o chi utilizza il forno elettrico solo come supporto in cucina possono orientarsi verso i modelli dai 24 litri in giù.

Le migliori modalità di cottura

Quando si acquista un forno elettrico è opportuno valutare la tipologia di cottura che incide notevolmente sulla scelta finale.
Nella maggior parte dei modelli sono comunque garantite tre tipologie di cottura: statica, ventilata e grill. La cottura statica cuoce gli alimenti col riscaldamento delle resistenze e con la selezione adeguata della temperatura del termostato; la cottura ventilata cuoce tradizionalmente ma si avvale di una ventola che rende più omogeneo la diffusione del calore; la cottura grill sfrutta al massimo la potenza della resistenza rendendo la pietanza croccante all’esterno e morbida all’interno.
Ci sono poi le tipologie di cottura più sofisticate: girarrosto, delicata, mantenimento del caldo e scongelamento. La cottura girarrosto necessita di un apposito accessorio che infilza e cucina gli alimenti con una cottura uniforme tramite un movimento rotatorio. La cottura delicata attiva solo la resistenza inferiore del forno ad una temperatura più bassa ed è indicata per quei cibi che hanno bisogno di una cottura più lunga e delicata. Il mantenimento del caldo più che una modalità di cottura è una funzione che mantiene calde le pietanze già cotte prima di servirle. Anche lo scongelamento è più che altro una funzione che scongela gli alimenti non col calore ma con la ventola.

Prestazioni di un forno elettrico

L’acquisto di un forno elettrico richiede un’attenta analisi delle prestazioni ed i parametri principali da considerare sono la potenza e la temperatura.
La potenza va da un minimo di 600 W ad un massimo di 2300 W e la scelta va fatta in base alle proprie abitudini culinarie. Se un forno elettrico ha una potenza ridotta naturalmente non può garantire una cottura omogenea a molti alimenti. Allo stesso modo un forno elettrico con una potenza eccessiva rappresenterebbe una spesa troppo elevata ed un consumo inutile se generalmente si cucina per una o due persone.
Lo stesso discorso vale per la temperatura che oscilla da un range minimo di 80° fino ad un massimo di circa 250°. Il raggiungimento ed il mantenimento della temperatura dipendono ovviamente dalla potenza.

Quanto consuma un forno elettrico?

Prima di acquistare un forno elettrico è opportuno conoscere il consumo, che comunque non è costante né eccessivo ed ha un picco soprattutto nella fase iniziale durante il riscaldamento. Naturalmente è consigliabile acquistare un forno elettrico con una classe energetica dalla A in su, soprattutto per chi ne fa un utilizzo continuativo.

Quali funzioni scegliere?

L’acquisto di un forno elettrico va fatto anche in base alle funzioni incorporate, poiché possono rendere la cottura ancora più efficiente e performante.
La maggiore parte dei modelli di fascia medio-alta dispone della luce interna, utilissima per controllare ad occhio lo stato di cottura dei cibi senza aprire lo sportello e quindi senza generare perdite di calore.
Altra funzione presente in molti forni elettrici è il timer che, nei modelli più avanzati, emette un segnale acustico al raggiungimento della temperatura ideale e si spegne in automatico quando scadono i minuti impostati. Al timer si può affiancare un indicatore luminoso che, tramite un segnale ottico ben visibile, segnala lo stato della temperatura.

Microonde combinato: sì o no?

Si può prendere in considerazione l’acquisto di microonde combinati che abbinano sia le funzioni di forno elettrico che le funzioni di un microonde con grill. Rispetto ai normali forni elettrici sono più piccoli ed offrono ottime prestazioni, anche se sono indicati per nuclei familiari non troppo grandi o comunque per un utilizzo ridotto. Bisogna però fare attenzione alle teglie: è consigliabile utilizzare quelle in silicone, ceramica o vetro piuttosto che quelle in metallo.

Quali accessori scegliere?

Quando si compra un forno elettrico è opportuno verificare quali sono gli accessori già presenti. Leccarde, griglie, vassoi e teglie sono solitamente già compresi ed i modelli con cottura girarrosto in genere sono dotati dell’apposito accessorio per girare i cibi. Alcuni modelli progettati per specifiche cotture comprendono le teglie per impastare e lievitare le pagnotte e le palette per le pizze. La presenza di ricettari, accessori comunque utili soprattutto per chi ama sperimentare in cucina, potrebbe essere l’ago della bilancia che fa pendere la decisione verso un modello piuttosto che un altro soprattutto a parità di prezzo e prestazioni.

I sistemi di autopulizia in commercio

Prima dell’acquisto di un forno elettrico bisogna valutare se è presente un sistema di autopulizia, adatto soprattutto per chi ne fa un utilizzo massiccio e continuativo. I sistemi di pulizia principali sono due: catalitica e pirolitica.
Le pareti laterali e quella posteriore dei forni catalitici sono rivestite da pannelli realizzati in un materiale speciale che impedisce il deposito di grassi e si pulisce già durante la cottura. Lo sporco viene bruciato senza lasciare residui oppure odori sgradevoli.
I forni pirolitici invece si puliscono con l’attivazione di un programma specifico che, portando la temperatura a 400°, brucia completamente lo sporco ed i grassi. Al completamento dell’operazione basta pulire il forno con un panno umido.
Questi forni hanno costi molto elevati, quindi il loro acquisto va ponderato attentamente secondo le proprie abitudini e la frequenza di uso dell’elettrodomestico.

Quale forno elettrico comprare?

In conclusione questi sono i criteri principali da valutare per scegliere il miglior forno elettrico. Dimensioni, capacità e potenza vanno scelte in base allo spazio a disposizione ed al numero di persone per le quali bisogna cucinare. Le modalità di cottura, gli accessori e le funzioni sono altri fattori da valutare attentamente in base alle proprie abitudini in cucina. A questo punto non resta altro che scegliere il forno elettrico più adatto alle proprie necessità: buona scelta!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close